Vai al contenuto principaleVai al footer
Interviews

il mio giardino segreto in riva al mare

aprile 2022 - Numero 22
Condividi
il mio giardino segreto in riva al mare

«Del Forte amo le persone, il piacere della bellezza e della condivisione, il buon cibo, i magnifici tramonti... un posto incredibile e uno dei più esclusivi e ricercati», racconta Simone Guidarelli

Intervista di Silvia M.C. Senette - Foto di Cosimo Buccolieri

«Il mio lavoro può sembrare casuale ma c’è sempre un filo che unisce, come un cerchio, le cose che faccio. Io cerco di vivere così: un po’ come un giocoliere in mezzo al mondo». Simone Guidarelli – stylist, art director e fashion consultant, sempre più icona pop dei social – si presenta con la lievità e l’autoironia dei veri artisti. Lui, che con l’elegante gioiosità delle sue stampe fiorate popolate da struzzi e gorilla sta “tappezzando” il globo, rivela come ogni carta da parati e ogni capo d’abbigliamento delle sue collezioni nasca dalle stesse radici e dai valori che, oggi, lo calamitano a Forte dei Marmi. «Provengo da una terra dominata dalla natura: sono marchigiano di Cagli, un piccolo paese incastonato tra Gubbio e Urbino, tra mare e montagna, proprio nella culla del Rinascimento», racconta. «Ho sempre avuto fin da piccolo un contatto incredibile con la natura e ho vissuto un’infanzia stupenda, circondato da anziani meravigliosi che mi hanno insegnato ad apprezzarne la bellezza. Spesso cerchiamo di imitare quello che fanno gli altri, mentre la forza di ogni individuo è nella sua storia personale e la mia diceva di cercare nella natura».

Mare e montagna, natura e cultura: elementi che il creativo più in auge del momento riconosce a Forte dei Marmi, dove espone la sua celebre stampa “Secret Garden” (prodotta da Officinarkitettura) nello showroom 55042 Only Forte e dove ha realizzato progetti site specific per l’hotel Augustus e una sfilata al Bagno Alpemare. «Da un paio d’anni il mio rapporto con il Forte si sta intensificando e lo leggo come un segnale», ammette Simone Guidarelli. «Oltre alla percezione del lusso, apprezzo la popolazione: persone che vogliono stare bene grazie a un made in Italy un po’ rivisitato ma sempre fatto di bellezza e di condivisione, dal piacere del buon cibo al godere di magnifici tramonti. Questo rende il Forte un posto incredibile e uno dei più esclusivi e ricercati».

Un angolo di paradiso che si riflette nella nuovissima carta da parati, presentata quest’anno al Fuorisalone a Milano: la prima a tema marino. «Amo moltissimo i colori che richiamano il mare, come il turchese che ho associato a nero, blu oltremare, fucsia, giallo ocra e verde oliva. Tema su cui si stagliano, gentili, le carpe rosse che animano questa “stanza del re” onirica dalla ripetitività armoniosa». Una stampa perfetta per un all-over che da pareti, tappeti, tende e divani possa varcare la soglia di casa per “abbracciare” gli estimatori con kimono, felpe, zainetti, cover di cellulari e – perché no – carrozzerie d’auto. Un effetto già sperimentato con la Bentley “wrappata” per festeggiare i cento anni della casa automobilistica.

Gli inconfondibili disegni originali di Simone Guidarelli prendono vita anche su felpe, t-shirt, pantaloni e, dalla scorsa primavera, anche sull’outerwear